logo top sx
sx
 

"Battaglia a Casa-Pino"
Mi porti con te!

punto interrogativo

Vi ricordate come abbiamo lasciato Casa-Pino nella settima parte di questa storia, Melody e il cestino magico?

... Melody, la gnometta del pino accanto, la più grande amica di Grolla, era una tipetta ben strana ...

Due labbroni in un faccino simpatico facevano pensare ad un vocione. Invece ne usciva una vocina fievole ma simpatica.
Due manone sproporzionate richiamavano alla mente una culturista o una boscaiola. Al contrario erano capaci di creazioni artistiche belle e delicate o buonissime e scenografiche ricette.
Era Melody che tesseva tutti i vestiti di Fairy Elle.
Era Melody che aveva insegnato a Grolla a impastare, tagliare, tritare, cuocere ... insomma a cucinare alla grande.
Era Melody che sapeva riconoscere e raccogliere le erbe e i fiori più minuti per tesserli o arricchire le sue zuppe.
Era Melody la depositaria del segreto del cestino incantato.
Ed ora Melody con il manico del suo cestino ben stretto nelle manone e un'espressione birichina negli occhi si stava avvicinando al tavolo.
Nessuno dei suoi amici aveva mangiato quel giorno.

Grolla le corse incontro, l'abbracciò stretta e la baciò rumorosamente sulle guance.
Ah ... quanto aveva da raccontare alla sua amica.

Vedendo tremare il mento dell'amica, Melody prese l'iniziativa per darle il tempo di ricomporsi.
Posò il cestino sul tavolo e ripetè la domanda:
"Ma voi ... non avete fame?"
Aprì il cestino e tirò fuori piatti di legno, posate e bicchieri per tutti.
E poi una pizza pomodoro e mozzarella, una alle verdure, una torta salata con scarola e uvette, una con broccoletti e fagioli, una focaccia con i ceci, una zuppiera fumante di pasta e patate e tante torte di mele.

"Tutto qui, Melody? - chiese Molla con un sorrisino ironico, abituato a vedere uscire da quel cestino ogni ben di Dio.
"No, no. Non riesco ad arrivare all'angolino ... ah, ecco qui! - e tirò fuori ancora bottiglie di vino, di acqua e di latte, pane, una scatola di semi di girasole per gli uccelli e una vaschetta piena di insettini per Rospo e Rana.
E alla fine, oplà, una bella tovaglia colorata.

Dopo meno di un minuto nella cucina di Casa-Pino si sentiva solo il rumore di mandibole e mascelle.

Grande Melody! Se non fosse stato per lei buona parte degli abitanti di Bosco sarebbe andata a letto senza cena.

Placata la fame, Grolla prese coraggio e si decise a chiedere a Melody quello che la tormentava da quando la sua amica aveva aperto il cestino magico.
"Ehm, senti Melody ... Cap ha avuto un'idea. Vorrebbe andare a Città domani, a vendere al mercato tutti questi serpentelli di sale. Abbiamo disperato bisogno di denaro per mettere a posto l'indispensabile prima del ritorno di Fairy Elle. Non è che ... gli potresti prestare il tuo cestino? - concluse tutto d'un fiato.

Tutti tacquero. Qualcuno smise anche di respirare ...
Melody ingoiò l'ultimo boccone di torta di mele.
Si pulì la bocca con il tovagliolo e lo posò ben piegato sulla tavola.
Poi guardò Cap negli occhi ...
"Sì, però ad una condizione ... Mi porti con te!"

Volete saperne di più bambini? Un'altra avventura sta per cominciare. Cap e Melody a Città.

Nella foto questa volta c'è solo un grosso punto interrogativo. Fino ad ora il nostro messaggero speciale non ci ha portato alcuna foto di Melody o di Grolla o degli gnomi. Tocca anche a noi aspettare ed avere pazienza ...

Volete mangiare anche voi, bambini, quello che mangiano a Casa-Pino?
Ecco le ricette da fare con la vostra mamma

La pizza pomodoro e mozzarella

La pizza con le verdure

La torta salata con scarola e uvette

La torta salata con broccoletti e fagioli

La focaccia con i ceci

La torta di mele casereccia

Volete mandare una letterina a Fairy Elle?

Poi noi proviamo a mettere la letterina vicino al computer prima di spegnere la luce.

Incrociamo le dita e speriamo che la letterina venga consegnata!